Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
GALLERIA FOTOGRAFICA

Mostra di incisioni dal titolo 'Disegno in Segno'

La Chiesa di San Michele all'Arco d'Augusto, dopo il recupero completato nel 2008, viene destinata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano a centro per mostre ed esposizioni.

La sua localizzazione così centralizzata e l'importanza storico-archeologica recentemente valorizzata non hanno che enfatizzato la sua destinazione a centro di interesse per le iniziative di valenza artistica e culturale.

Ed è in questo filone di operatività che ha trovato spazio la riproposizione della mostra di incisori dei maestri di Urbino dal titolo 'Disegno in Segno', curata da Antonio Battistini e tenutasi presso la ex Chiesa di San Silvestro di Orciano di Pesaro nell'agosto 2009.

La replica fanese, aperta dal 12 dicembre 2009 al 10 gennaio 2010, è stata allestita con la collaborazione del Prof. Rodolfo Tonelli, Presidente dell'Accademia dei Tenebrosi di Orciano, sempre sensibile alle tematiche artistiche e, più in generale, culturali. L'esposizione ha accolto una cinquantina di opere dei maestri incisori della fucina urbinate, tra cui, solo per citarne alcuni, Dante Panni, Carlo Ceci, Arnaldo Battistoni, Walter Piacesi, Adriano Calavalle e molti altri.

In occasione della mostra originaria è stato dato alle stampe un volume-catalogo, a cura di Roberto Budassi, che celebra quel fenomeno - perché di fenomeno si deve parlare - che ha coinvolto una fiorente ma eterogenea attività creativa di maestri incisori, di allievi ed epigoni - quale è stata ed è tutt'ora Urbino, nell'ambito di una scuola - la 'Scuola del Libro' - in un periodo temporale che copre tutta la seconda metà del secolo scorso.

Così scrive Rodolfo Tonelli nella sua presentazione al volume:

"La Mostra 'Disegno in segno', La contemporaneità nei maestri incisori di Urbino', ha radici culturali antiche e recenti e, per come è stata ideata e viene pensata nel suo percorso di fattibilità, ha interessanti prospettive per l'immediato e per il più lontano futuro.
Il legame storico culturale, ivi comprese arte e architettura, tra Urbino e la terra di Orciano e Montebello è profondo e merita senza dubbio l'impegno della ricerca a largo spettro.
La Mostra, dunque, ha il merito di dare l'avvio ad una proposta culturale di grande spessore e dalle diverse valenze, tra cui quella del turismo e, non ultima, quella dell'educazione. Infatti, la Mostra, che prelude alla Istituzione di un Museo, incentrata sulle risorse di vario genere in loco, sull'impegno professionale e sul talento artistico, impreziosito dalla vocazione all'insegnamento, di Antonio Battistini, ha in Urbino il punto di riferimento, come è stato per il nostro incisore e pittore e per molti giovani che hanno considerato la Città Ducale punto di sicurezza per tentare l'impresa dello studio nel campo artistico figurativo, privilegiando la predisposizione ad esso connessa rispetto ad altre.
L'Arte ha sempre e comunque una valenza formativa e, in momenti di criticità individuale e sociale, può costituire una strategia a tempi distesi e a lunga durata, incisiva e profonda."

Mentre rimandiamo i lettori alla consultazione del libro e della galleria fotografica presente in questo sito, vogliamo riportare l'elenco degli artisti le cui opere hanno preso parte alla mostra (in ordine alfabetico):

Elena Amoriello Sante Arduini
Alfredo Bartolomeoli Sandro Bartolucci
Antonio Battistini Arnaldo Battistoni
Gabriele Berretta Fabio Bertoni
Leonardo Bollini Giorgio Bompadre
Renato Bruscaglia Enzo Budassi
Adriano Calavalle Pietro Capozucca
Francesco Carnevali Leonardo Castellani
Carlo Ceci Bruno Cerboni Bajardi
Arnoldo Ciarrocchi Sandro Ciriscioli
Armando De Santi Umberto Franci
Paolo Fraternali Rossano Guerra
Nunzio Gulino Marcello Lani
Giorgio Matteini Simone Paci
Dante Panni Sandro Pazzi
Giordano Perelli Walter Piacesi
Riccardo Piccardoni Enrico Ricci
Athos Sanchini Pietro Sanchini
Otello Sisti Luigi Toccacieli
Sandro Trotti Walter Valentini

Comunicazione istituzionale

Conoscere la Fondazione 2014
Reportage fotografico sull'attività erogativa della Fondazione nel periodo 2004 - 2013
(formato pdf - Mb 7,6)

Le Fondazioni: un immenso bene italiano
Campagna di comunicazione a cura di ACRI con la collaborazione di Pubblicità Progresso

Realizzazioni recenti

Museo Etnico Bagnaresi
Una preziosa e unica collezione di opere d’arte, artigianato e di interesse multietnico provenienti da tutti i continenti (Ingresso gratuito tutto l'anno con prenotazione presso la Fondazione)

SISTEMA MUSEALE
DI PALAZZO BRACCI PAGANI

Il Palazzo storico dedicato ad ospitare una struttura polivalente e moderna per finalità artistiche e scientifiche

Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
Via Montevecchio n. 114 - 61032 FANO (PU)
Tel. 39 0721 802885 - Fax 39 0721 827726 - E-mail:
C. F. 90008180417