Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
La Quadreria della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano: la Sala delle nature morte
Quadreria della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano: la Sala delle nature morte

La Quadreria - Carlo Magini

La collezione di opere d'arte di Carlo Magini di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano

La notevole collezione di opere maginiane della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano ha imposto alla stessa di pubblicare anche sul proprio sito Internet i contenuti descrittivi e illustrativi dei testi realizzati negli anni passati, come la monografia curata da Pietro Zampetti nel 1990 e l'opuscolo 'La Quadreria della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano' curato da Franco Battistelli e stampato nel 1999.

Non mancano inoltre le documentazioni dei lavori di restauro che hanno interessato le tre nature morte acquistate recentemente.

CARLO MAGINI (Fano, 1720 - Fano, 1806)

Pittore oggi ben noto come autore di splendide nature morte, solo intorno al 1954 gli studiosi d'arte sono riusciti a ricomporne i principali tratti biografici.

Nipote del noto pittore fanese Sebastiano Ceccarini, fu allievo e aiuto dello stesso a Perugia prima e a Roma poi. Successivamente, così come lo zio, rientrò a Fano dove operò a lungo fino alla morte.

Quella del Magini è stata quindi una riscoperta relativamente recente in cui si sono distinti a turno Charles Sterling, Roberto Longhi, Luigi Zauli Naldi, Giuseppe De Logu, Alfredo Servolini e diversi altri ancora, compreso Pietro Zampetti.

Resta il fatto che l'artista fanese, autore anche di quadri a soggetto sacro e di diversi bei ritratti, compì un vero e proprio salto di qualità con le nature morte dove riuscì finalmente a mettere in piena evidenzia le proprie capacità.

'Con le sue nature morte - ha scritto Pietro Zampetti - il Magini si rivela acuto interprete della società nella quale vive, cercando di captare la verità, anche la più sommessa e discreta. Esse propongono generalmente, con l'insistenza di un leitmotiv, alcuni oggetti sparsi su di un tavolo e cose da mangiare. Non una tavola imbandita, con arte e ricerca composita, ma cose di tutti i giorni poste su di un tavolo, collocate senza una precisa disposizione, messe lì a caso secondo esigenze improvvise.'

(Tratto da “La Quadreria della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano”, a cura di Franco Battistelli, Fano, 1999, stampa Grapho 5 - Fano, p. 46.)

©

Le opere riportate sul sito - se non diversamente specificato - sono di esclusiva proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e non sono riproducibili senza la sua autorizzazione da richiedere di volta in volta.

Fondazione Cassa di Risparmio di Fano is the only owner of the paintings published on this web site, unless otherwise specified. The reproduction of those images is not allowed without a precise authorization by this Foundation which is indispensable for any use.

Comunicazione istituzionale

Conoscere la Fondazione 2014
Reportage fotografico sull'attività erogativa della Fondazione nel periodo 2004 - 2013
(formato pdf - Mb 7,6)

Le Fondazioni: un immenso bene italiano
Campagna di comunicazione a cura di ACRI con la collaborazione di PubblicitĂ  Progresso

Realizzazioni recenti

Scuola dell'infanzia 'Il Piccolo Principe'
Una nuova scuola dell'infanzia con una capienza massima di 120 bambini. A Lucrezia di Cartoceto

Museo Etnico Bagnaresi
Una preziosa e unica collezione di opere d’arte, artigianato e di interesse multietnico provenienti da tutti i continenti (Ingresso gratuito tutto l'anno con prenotazione presso la Fondazione)

SISTEMA MUSEALE
DI PALAZZO BRACCI PAGANI

Il Palazzo storico dedicato ad ospitare una struttura polivalente e moderna per finalitĂ  artistiche e scientifiche

Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
Via Montevecchio n. 114 - 61032 FANO (PU)
Tel. 39 0721 802885 - Fax 39 0721 827726
E-mail: / PEC:
C. F. 90008180417