Comunicati Stampa

Bando Crowdfunding, raccolti 104 mila euro dalle Onlus del territorio

“Partendo dal presupposto che tutto ciò che è misurabile diventa migliorabile, abbiamo avuto il riscontro che grazie a questa iniziativa, nel nostro territorio, la comunità ne ha tratto particolare beneficio”. Giorgio Gragnola, presidente della Fondazione Carifano sottolinea il notevole successo della campagna “Bando Crowdfunding” realizzata in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato della Regione Marche e con la piattaforma “Rete del Dono”.

Questo progetto sperimentale integra la metodologia dell’erogazione dei contributi adottata dalla Fondazione Carifano fino a questo momento. Con il crowdfunding l’ente di Via Montevecchio contribuisce al sostegno di progetti predisposti dalle associazioni che hanno ottenuto un favorevole riscontro anche dalla collettività, creando una sinergia più ferrea con il territorio di riferimento.

Dei 13 progetti ritenuti idonei a partecipare alla “Campagna di Crowdfunding”, ben 11 hanno raggiunto il proprio obiettivo di raccolta economica che è stata di 103.660 euro, ai quali va aggiunto il contributo stanziato dalla Fondazione Carifano di 55 mila euro. L’importo è stato raddoppiato anche per i due progetti che non hanno
raggiunto l’obiettivo di raccolta prefissato, naturalmente sino all’importo
raccolto.

“Si è trattata di una sfida che abbiamo voluto cogliere e che siamo riusciti a vincere – chiosa Gragnola -. Non si poteva più pensare che la Fondazione rimanesse legata ad un modello di distribuzione di risorse esclusivamente passivo. La tecnologia con questo ‘Bando Crowfounding’ ci ha permesso di declinare un sistema proficuo in grado di rendere più efficiente e strutturata la capacità organizzativa delle Onlus nel portare avanti i propri obiettivi meritevoli”.

“Il Crowdfunding – continua Gragnola – è un metodo ancora non molto conosciuto in realtà periferiche che abbiamo deciso di sperimentare in quanto offre opportunità considerevoli. La Fondazione, quale ente istituzionale, ha il compito di incentivare la partecipazione e la stimolazione di idee e favorire la corretta attuazione di attività, anche digitali, di promozione, volte a sensibilizzare le realtà sociali coinvolte”.

Molto positivo è anche il fatto che le associazioni aderenti fossero riferibili a settori eterogenei come l’educazione, l’istruzione, la formazione, la salute pubblica, la medicina preventiva e riabilitativa, il volontariato, la filantropia, la beneficenza, la protezione e qualità ambientale.

“Ora cercheremo di rendere strutturato questo progetto sperimentale di crowfounding, – conclude Gragnola – inserendolo nella nostra strategia complessiva di sostegno e crescita del territorio”.

La associazioni premiate sono: Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII – Omphalos Autismo e Famiglie ODV – Fano, Associazione Prima del Tempo – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Fano – Fondazione Giò – Dire, Fare, Educare Società Cooperativa  – Associazione Italiana Sclerosi Multipla Sezione Provinciale di Pesaro e Urbino Onlus – Associazione Italiana Malati di Alzheimer Punto Operativo di Fano ODV – Associazione Culturale Letteraria – L’Africa Chiama Onlus – – ADAMO Onlus Fano ODV – Associazione Genitori e Figli per l’Inclusione – Associazione Naturalistica Argonauta.