Palazzo Bracci Pagani

Origini

Il Palazzo Bracci Pagani, occupa l’angolo lato mare dell’incrocio di Corso Matteotti e via Arco d’Augusto, antichi assi di cardo e decumano della Fano romana, divenne per gran parte proprietà della Contessa Diana Bracci (1846-1924), già convivente e più tardi moglie di Arnolfo Pagani, quando questa acquisì i diritti successori del fratello di lui Gustavo e della sorella Piera.
Successivamente la stessa contessa volle ampliarne la superfice con l’acquisto del fabbricato contiguo e realizzare così gli affacci su entrambe le vie suddette.

L’edificio, dall’aspetto severo di nudo laterizio e senza particolari ornamenti esterni, se non la sobria eleganza della trina in ferro battuto della balaustra di un curvo balcone che ne avvolge le facciate, ha l’ingresso sul Corso, il cui androne conduce ad un signorile scalone di gusto settecentesco, analogo a quello progettato dall’architetto Pietro Ghinelli per il Convento fanese dei Filippini.

In questa residenza, nel 1871, nacque Ruggero Ruggeri, gloria tra i grandi attori del Teatro italiano del Novecento.

Diana dispose, con testamento olografo, che tutto il suo patrimonio dovesse essere donato alla locale Congregazione di Carità col vincolo di aprire una Scuola Agraria per figli di contadini nei suoi poderi di San Cesareo, così da rendere anche omaggio, e amorevole memoria, a suo marito che aveva fatto della materia, apportandovi numerose innovazioni, lo scopo della sua vita.

Oggi

Il Palazzo, devoluto per legge al Comune, è stato acquisito nel 2011 dalla Fondazione che, nel rispetto delle volontà della donatrice, ha provveduto al suo restauro, rendendolo una struttura polivalente destinata alla pubblica fruizione, cosi’ suddiviso

Spazio Espositivo Pagani |al piano interrato, spazio disponibile gratuitamente per l’allestimento di mostre estemporanee di arte contemporanea

Corte del Nespolo |spazio all’aperto sul retro dell’edificio per iniziative di relazione

Biblioteca G. Bojani |intitolata al noto esperto di ceramica, con volumi donati dallo stesso professore riguardanti la storia della ceramica e dell’arte;

Diana Art Gallery |al primo piano, per lo svolgimento di mostre di alto livello qualitativo organizzate dalla Fondazione;

Saletta Ruggero Ruggeri |dedicata all’ attore fanese che in questo Palazzo nacque nel 1871, con una piccola biblioteca di testi teatrali, fotografie di scena e contenuti video

Museo di Scienze Naturali |al secondo piano, gestito in collaborazione con il Circolo Culturale ‘G. Castellani’ di Fano, all’interno del quale è possibile osservare migliaia tra fossili e minerali, ma anche una ‘Saletta delle Collezioni’ con reperti archeologici, antiche monete battute dalla Zecca di Fano e manufatti in avorio del Museo Etnico Bagnaresi (allestito presso la sede della Fondazione)

INFORMAZIONI

PALAZZO BRACCI PAGANI- SISTEMA MUSEALE

Corso G. Matteotti, 61032 Fano PU

Spazio Espositivo Pagani
Corte del nespolo
Saletta Ruggero Ruggeri

Gestione diretta della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
Tel. 0721 802885 Fax 0721 827726
E-mail: info@fondazionecarifano.it

Biblioteca G. Bojani

Orario d’apertura: giovedì dalle ore 10,00 alle 12,00
Tel. 0721 1835244

Diana Art Gallery

Orario d’apertura: orari di apertura delle mostre
Tel. 0721 1835244

Museo di Scienze Naturali
Sala delle collezioni

Gestione del Circolo Culturale ‘G. Castellani’
Tel. 0721 1835244
Tel. 327 8397355
e-mail: info@circolocastellani.org
web: www.circolocastellani.org

Orario d’apertura:
estivo durante le mostre nella Diana Art Gallery: ven, sab e dom dalle ore 21,00 alle 24,00;
negli altri periodi dell’anno: sab 15,00 – 17,30 + dom 10,00 – 12,00
Ingresso gratuito

Approfondimenti

Palazzo Bracci Pagani a Fano. Aspetti e figure in margine al restauro', di Dante Piermattei