Pitture in quiete | Carlo Magini e la natura morta tra Marche e Romagna nel XVIII secolo

copertina pitture in quiete

Un volume nato  in occasione del trecentesimo anno di nascita di Carlo Magini (1720-2020)  a cura di Claudio Giardini.

Il catalogo propone la ricerca delle origini pittoriche di Carlo Magini nelle coeve convergenze culturali tra Fano e Roma: il XVIII secolo infatti, per la città di Fano, sarà un secolo di particolare originalità nell’ambito della cultura protoneoclassica dell’epoca, anche per la presenza nel secondo decennio del pittore vadese Francesco Mancini che vi lascerà significative opere e che contribuirà sostanzialmente alla formazione soprattutto di Sebastiano Ceccarini, ma anche di Carlo Magini.

Approfondimenti

copertina pitture in quiete

Pitture in quiete e la natura morta tra Marche e Romagna nel XVIII secolo